Cilento coast da Agropoli a Sapri

Cilento coast

Questa estate, diversa dalle altre è alle porte. Sono stati mesi difficili e sicuramente la pandemia ha cambiato le nostre abitudini. Noi abituati sempre a star in movimento, ci siamo ritrovati praticamente dall’oggi al domani chiusi in casa. Pazienza, i nostri programmi saltati, due voli a maggio saltati e cosa fare? Ci siamo dedicati a lavoretti di casa rimandati da molto tempo, serie tv e lettura. Strano a dirsi ma abbiamo fatto un uso del web molto limitato e infatti ci siamo allontanati anche dal blog. Questo un grave errore specialmente per noi ancora all’inizio.

La situazione in Italia sta cambiando e ci si può spostare tra regioni e tra non molto anche all’estero, viaggiare si può. Noi siamo sinceri, nonostante ci piaccia viaggiare per quest’anno ci sposteremo poco. Ci concentreremo a visitare/rivisitare luoghi vicini e andremo alla riscoperta delle nostre origini: il Cilento.

Si, per chi non lo sa, noi siamo originari di questa meravigliosa terra che si distingue per l’ottimo cibo, infatti è la culla della dieta mediterranea, dalla sua natura unica in Italia, da tanti piccoli borghi ricchi di storia e dal mare azzurro. Insomma un paradiso da scoprire per tutti che si adatta a qualsiasi esigenza di viaggio.

Vi parleremo del nostro itinerario preferito Cilento coast che abbraccia tutto, dal mare alla montagna, da fare in giornata o in più giorni con la giusta calma. Da Agropoli a Sapri percorrendo la costa. Vi elencheremo tutti i punti di maggiore interesse e qualche chicca inedita.

Pronti a scoprire il percorso Cilento coast? Iniziamo…

Agropoli

Sviaggiati ad Agropoli

Il nostro itinerario parte da Agropoli, la nostra città di origine. E’ stata la nostra casa e lo sarà sempre. E’ considerata la porta del Cilento, essendo il primo punto di interesse di questo territorio fantastico. La sua posizione geografica è ottima per chi vuol scoprire il Cilento ma non solo, infatti si adatta perfettamente a svariate tipologie di turisti. Per approfondire vi consigliamo il nostro articolo cliccando qui. Per altri consigli sulla cittadina potete contattarci e saremo lieti di potervi aiutare. Altra cosa importante per chi è celiaco al seguente link può trovare tutte le info su dove poter mangiare in assoluta tranquillità senza glutine, dalla colazione alla cena.

Castellabate

Sviaggiati a Castellabate

Cosa dire di Castellabate? Super conosciuta grazie anche al film “Benvenuti al Sud” è anche tra i Borghi più belli d’Italia, quindi cosa aggiungere di più? Bello passeggiare, lasciandosi andare alla scoperta dei vicoli, ammirare il panorama mozzafiato dal Belvedere San Costabile e farsi accogliere dall’ospitalità, il calore della gente del luogo che riesce a trasmettere la sensazione di casa, il non sentirsi solo turisti. Secondo noi è una tappa obbligatoria per chi visita il Cilento.

Santa Maria di Castellabate

Praticamente ai piedi di Castellabate, si distingue per le sue spiagge tra cui la spiaggia del Lago, riconosciuta da Legambiente nel 2016 con “La più bella sei tu” tra le più belle d’Italia. Da visitare il corso e il lungomare per essere catturati da questo luogo tanto piccolo ma di forte impatto turistico.

San Marco e Punta Licosa

Licosa nel Cilento

Frazione marina di Castellabate, più antica di Santa Maria, da visitare il suo porto piccolo dove dal mare spuntano dei resti di un molo romano ad ammirare il mare e perchè no… attendere il ritorno dei pescherecci per vedere la loro pesca, molto suggestivo. Da qui è possibile visitare Punta Licosa via mare, noleggiando un’imbarcazione oppure a piedi partendo sempre dal porto seguendo le indicazioni, circa un’ora. Punta Licosa è uno dei gioielli del Cilento, un’area marina protetta davvero meravigliosa. Secondo la leggenda Leucosia era una delle sirene che cercò di attirare Ulisse ed i suoi compagni verso gli scogli, usando il suo canto. Ma Ulisse si mise della cera nelle orecchie per non sentirle, e la fece mettere anche ai suoi compagni. Così Leucosia, arrabbiata per non essere riuscita a sedurre con la sua voce l’equipaggio di Ulisse, decise di gettarsi da una rupe. Il suo corpo avrebbe fatto nascere uno scoglio, che esiste ancora oggi, ed è l’isola di Licosa, nel cuore del Cilento, dove si trova un faro e delle antiche mura.

Ogliastro Marina

Altra frazione di Castellabate molto suggestiva, mare con spiaggia dalla sabbia finissima, pineta con area attrezzata e giochi per bimbi, da godersi momenti di relax. Da visitare la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, la Croce luminosa nella piazza Giovanni Paolo I e la torre di Ogliastro. Passeggiare per il sentiero Antico Oliarola e ammirare dall’alto il mare. Da qui si potrebbe raggiungere Punta Licosa in auto ma il passaggio è chiuso in quanto è un’area privata ma può capitare a volte nei periodi estivi che venga concesso il permesso.

Agnone Cilento

Frazione di Montecorice, borgo di pescatori e cibo con piatti dell’antica tradizione marinara. Il borgo è famoso per la sua tradizione i “libbani” corde molto resistenti fatte con erbe essiccate. Godersi una bella passeggiata per il lungomare dove si respira una atmosfera familiare tipica di queste zone e l’odore del mare cristallino. Punto di interesse suggestivo è il promontorio delle Ripe Rosse, una pineta a picco sul mare.

Acciaroli

Un’affascinate borgo di pescatori con case tutte in pietra. Passeggiare per il centro ad ammirare le sue bellezze architettoniche con stradine panoramiche, archi, tutto molto bello. Da visitare la Chiesa dell’Annunziata e la Torre Normanna. Quindi non solo mare ma anche tanta storia. Il porto di Acciaroli non è un semplice porto di pescatori ma anche uno snodo commerciale. Si presta anche per lunghe passeggiate, specialmente al tramonto per godersi momenti da ricordare per sempre respirando la brezza marina. Nel periodo estivo è sempre animato diventando il cuore del borgo.

Pioppi

Piccolo borgo del Comune di Pollica, meno conosciuto al confronto degli altri della costa ma è di tutto rispetto. Qui è nata praticamente la dieta mediterranea ed è presente l’Eco Museo della Dieta Mediterranea. Il lungomare è attrezzato con aree verdi per bambini, riesce a regalare passeggiate rilassanti con il sottofondo del mare in una atmosfera unica del tutto sobria.

Marina di Casal Velino

Marina di Casal Velino è sopratutto mare. Bello, limpido e una spiaggia interamente sabbiosa adatto per chi vuol trascorrere delle vacanze in famiglia e con bambini. Dal porto turistico nel periodo estivo è possibile usufruire del servizio di aliscafi per Salerno, Capri, Amalfi. Possibile anche prenotare imbarcazioni per gite turistiche su tutta la costa cilentana.

Area Archeologica  Elea-Velia

Considerato uno dei gioielli del Parco Nazionale del Cilento, un’area archeologica sottovalutata ma ricca di storia. La città di Elea fu fondata intorno al 540 a.C. da un gruppo di esuli provenienti dalla città greca di Focea, nell’attuale Turchia, occupata dai Persiani. In poco tempo la città acquisì importanza. Fu sede della Scuola Filosofica, il massimo esponente di essa fu Parmenide poi seguito dal discepolo Zenone. Per info Beniculturali e Velia.

Marina di Ascea

Località molto conosciuta grazie alla qualità del suo litorale con 7 km di spiaggia ma non offre solo questo. Qui è presente anche tanta storia con l’area Archeologica Elea-Velia. Per gli amanti del trekking e non solo c’è il sentiero degli innamorati di circa 2 km che parte dalla scogliera della Marina e si inoltra nella macchia mediterranea regalando delle viste fantastiche sul golfo di Velia e Palinuro.

Marina di Pisciotta

Marina di Pisciotta con il suo porto turistico a primo impatto riesce a trasmettere la tranquillità e la pace di un luogo fuori dal turismo di massa. La spiaggia è un piccolo gioiello con il suo mare cristallino. Cosa importate, è plastic free per tutelare al meglio questo fantastico luogo tranquillo e che riesce a portarti indietro nel passato.

Palinuro

Frazione di Centola super rinomata che si divide tra spiagge sabbiose incastonate tra rocce, sentieri di trekking con panorami mozzafiato e grotte una più bella dell’altra. Questo luogo offre tanto da vedere ed è uno dei più belli del Cilento. Qualche curiosità: il Faro di Capo Palinuro è il secondo più alto d’Italia con i suoi 70 metri. Nelle vicinanze della spiaggia del Buon Dormire c’è uno scoglio particolare chiamato il coniglio per la sua forma.

Marina di Camerota

Il borgo frazione di Camerota è costituito da tante piccole stradine che si snodano arrivando alla piazza centrale San Domenico. Al porto è presente il MUVIP Ecomuseo virtuale del Paleolitico dove è possibile conoscere il territorio con tutte le sue bellezze virtualmente. Sono tanti i punti di interesse, le grotte, le baie tra cui sicuramente spicca la Cala degli Infreschi premiata nel 2014 come la più bella d’Italia.

Scario

Piccolo borgo marinaro del Comune di San Giovanni a Piro che si affaccia sul golfo di Policastro con spiagge fantastiche ma alcune raggiungili solo via mare. Non vi preoccupate c’è il servizio traghetto fino a tardo pomeriggio. Passeggiare per il lungomare è molto piacevole tra i negozietti dei locali tipici, un modo semplice per respirare un’atmosfera che solo questi luoghi sanno trasmettere. Da visitare secondo noi è il Pianoro di Ciolandrea dove potrete ammirare un panorama straordinario. Se non c’è tanta foschia riuscirete a vedere addirittura la Sicilia.

Sapri

Ultima tappa della costa Cilentana è Sapri, la città della Spigolatrice, poesia di Luigi Mercantini che narra la sfortunata spedizione di Carlo Pisacane. Cosa fare? Vi consigliamo di visitare il centro e passeggiare per il lungomare alberato. Per chi ama il trekking ma non solo, andare alla scoperta del vero tesoro di Sapri, i sentieri naturalistici tra cui il Sentiero Apprezzami l’Asino.

Conclusioni

Questi sono solo alcuni dei luoghi della Costa Cilentana e abbiamo citato solo qualche nota d’interesse. La costa è visitabile anche in giornata ma ovviamente non tutto. Noi spesso lo facciamo partendo da Agropoli ma decidendo a priori le mete. L’ideale sarebbe farlo a tappe in base ovviamente ai vostri interessi e giorni disponibili. Per approfondire tutto quello che c’è da vedere vi consigliamo di scaricare gratuitamente la nostra guida Cilento coast dedicata proprio alla Costa del Cilento.

Condividi:

Commenti